Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Monte Rinaldo

Scritto da b&b marche-tourism - porto san giorgio. Postato in Il Fermano

MonterinaldoNel corso del II secolo a.C. nel territorio comunale fu edificato un importante tempio, intorno al quale sorsero presto numerose abitazioni. Il castello medievale, fondato probabilmente nell’XI secolo dal normanno Malogero Melo (figlio di Dragone, conte delle Puglie), venne a lungo conteso tra Fermo, Ascoli e la potente abbazia di Farfa; furono infine i monaci benedettini a imporvi il loro dominio, non riuscendo però a evitare saccheggi e scorrerie da parte dei fermani. Tra il 1415 e il 1416 fu occupata da Carlo Malatesta e nel corso del XV secolo passò sotto il dominio della Chiesa. Nel Seicento fu colpita da alcune carestie e negli ultimi anni del secolo successivo fu invasa dalle truppe francesi, entrando in seguito a far parte del Regno Italico napoleonico e tornando allo Stato Pontificio dopo il Congresso di Vienna.

Monte Giberto

Scritto da b&b marche-tourism - porto san giorgio. Postato in Il Fermano

Monte GibertoMonte Giberto sorge su un ridente colle panoramico a 322 m sul livello del mare. Il suo territorio fu abitato in epoca picena e romana. La prima notizia di un nucleo edilizio sul colle risale al 1090. Sembra che già prima del 1166 fosse possedimento del feudatario Giberto (sposo di Cecilia e padre di Trasmondo) che gli diede il nome. Nel secolo XII da villa diven-ne castello ed assorbì i castelli di Casale e del Podio, situati nello stesso territorio, che nei secoli XII-XIV contava ben 12 chiese. Fin dal 1356 risulta castello di Fermo, che lo munì di una cinta muraria con quattro tor-rioni, due dei quali ancora esistenti.

Monsampietro Morico

Scritto da b&b marche-tourism - porto san giorgio. Postato in Il Fermano

Monsampietro MoricoMonsampietro Morico, attuale capoluogo di un territorio diventato “bifocale” nel 1868 per l’annessione dell’ex comune autonomo di Sant’Elpidio Morico alias Sant’ Elpidiuccio, fu rifondato nell’anno 1071, insieme a Monte Rinaldo Morico e Sant’Elpidio Morico (centro storico con vocazione militaristica che perse consistenza abitativa e parrocchia nell’anno 1407, “trasferendo” la sua denominazione al piccolo castello viciniore, Sant’Elpdiuccio), da un condottiero incaricato dal vescovo di Fermo. Tale personaggio, che per errore di interpretazione epigrafica fu detto Malu-gero o Maugero Melo, altri non era che il pugliese Ermanno M(ik)elo, figlio del normanno Dragone di Altavilla, conte della Puglia e Calabria. Co-stretto a riparare a Napoli e poi nel fermano in tenera età ( aseguito della morte violenta del padre), Ermanno fu sicuramente denominato fin da allora col diminutivo-vezzeggiativo Manuzzello.

Magliano di Tenna

Scritto da b&b marche-tourism - porto san giorgio. Postato in Il Fermano

Magliano di TennaSecondo una tradizione non documentata venne fondato da tal capitano di ventura Mayano. L'antica classificazione definisce Magliano di Tenna: "Castrum Ultra Tomiam", possedimento della città di Fermo. La tradizione asserice che, intorno all'anno 1000, un capitano di ventura, di nome Malleano o Majano, sia stato il fondatore del Castello. L'antica struttura aveva sei torri; ora ne restano due, di cui una esagonale. L'impianto circolare delle mura trecentesche riproduce l'atmosfera dell'antico centro storico. Una citazione del Brandimarte asserisce come il toponimo di Magliano deriverebbe dalla famiglia romana dei "Manli". Magliano è rimasta sotto il governo fermano fino al 1860, dopo il plebiscito dello stesso anno, con il quale viene soppressa la provincia di Fermo ed unita a quella di Ascoli Piceno. Un grave danno per la conoscenza storica di questo Comune è stato arrecato dalla distruzione dell’archivio in un incendio. L’antico castello aveva sei torri, ma ora ne restano soltanto due, di cui una esagonale.

 

Montappone

Scritto da b&b marche-tourism - porto san giorgio. Postato in Il Fermano

MontapponeMontappone originariamente era governato dalla famiglia Nobili ed in seguito, nella prima metà del XII° sec., dai vescovi di Fermo. Agli inizi del XIV° sec. venne distrutto dal tiranno Gentile da Mogliano e Montappone, allora, chiese aiuto alla città di Fermo che le concesse onori e cittadinanza. Subì ancora la tirannia di Mercenario da Monteverde e nel 1371 potè iniziare la ricostruzione del suo castello, "Castri Montis Apponis", che venne ultimato in appena un anno. Seguitarono tuttavia i conflitti per il potere ad opera di Rinaldo da Monteverde prima e Carlo Malatesta poi. Nel 1416 Montappone tornò sotto il dominio dello Satato Fermano. Seguì nel XV° sec. una tremenda carestia e nel XVI° e XVII° sec. Montappone fu sempre legato a Fermo. 

Massa Fermana

Scritto da b&b marche-tourism - porto san giorgio. Postato in Il Fermano

Massa FermanaMassa Fermana è un comune italiano di 976 abitanti della provincia di Fermo nelle Marche. La sua estensione territoriale è di 745 ettari. Sorge su 5 colli a 349 metri sul livello del mare, ha un clima dolce e mite, un'aria salutare dovuta alla sua posizione geografica , assomiglia molto alla toscana . Posto in posizione baricentrica rispetto alla linea del mare-montagna, dista circa 30 km dall'adriatico e dai monti Sibillini. Ricca di storia e d'arte, è titolare di una importante pinacoteca, di un museo degli antichi mestieri e di monumenti storici di straordinaria bellezza. Il paese turisticamente parlando è ancora nella fase embrionale per chi vuole investire ci sono infinite possibilità di sviluppo ancora incontaminate da speculatori finanziari usufruendo di tutti i contributi a fondo perduto che la provincia mette a disposizione.

Lapedona

Scritto da b&b marche-tourism - porto san giorgio. Postato in Il Fermano

LapedonaLapedona venne probabilmente fondata dai Liburni o dai Siculi che avevano edificato la vicina Torre di Palme. Successivamente, nel 485 a. C. circa, è una delle tante colonie romane del piceno e, avendo fatto parte della centuriazione dell'agro fermano, vi venivano coltivati i tanto decantati prodotti agricoli piceni, come le olive, le pere e le mele. Molti sono i resti di ville rustiche e sepolcri che si incontrano lungo la campagna: pezzi di colonne e materiali architettonici sono visibili nei pressi della chiesa della Madonna Bruna.

Eventi nel Fermano

Marche Eventi - Provincia FM

Aggiornamenti su tutti gli eventi della Regione Marche
  • L'azzurro che vale oro: biologo per un giorno
    Progetto a cura della biologa marina Olga Annibale per effettuare ricognizione in spiaggia per valutare la presenza di flora e fauna con campionatura ed analisi acque e microorganismi. esercitazion...
  • "MATRIA", la rassegna dedicata alla donna
    "MATRIA" è una rassegna promossa dalla Commissione Pari Opportunità Regionale e dal Consiglio Regionale delle Marche articolata in nove incontri che coinvolgono due Province e ben otto Comuni
  • "Vola il Menù" a Porto SantìElpidio
    Riparte da giovedì 7 febbraio "Vola il Menù", l’iniziativa che permette di gustare un menù completo a prezzo convenzionato nelle serate del giovedì nei ristoranti aderenti di Porto Sant’Elpidio

Eventi nelle Marche

Marche Eventi

Aggiornamenti su tutti gli eventi della Regione Marche
Italian Chinese (Simplified) English French German Portuguese Russian Spanish